Questo sito web utilizza i cookie per personalizzare la tua esperienza. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo

AMI - Giornata Mondiale dell'Acqua 2017

• Martedì, 28 febbraio 2017 •

L'acqua è il filo conduttore della nostra vita!
Da essa tutto prende origine: la vita sul nostro pianeta, noi stessi siamo fatti per i due terzi di acqua come pure il nostro pianeta.
La Giornata Mondiale dell'Acqua (in inglese: World Water Day) è una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, prevista all'interno delle direttive dell'agenda 21, risultato della conferenza di Rio. Con l'istituzione della giornata mondiale dell'acqua l'ONU ha voluto valorizzare questa enorme ricchezza , ma soprattutto invitare a salvaguardarla e utilizzarla in modo responsabile e permettere la sua accessibilità a tutta la popolazione mondiale.
Il 25 ottobre 2016, la Commissione ha annunciato che presenterà una proposta legislativa sui requisiti minimi di qualità per le acque riutilizzate e una revisione della direttiva sull'acqua potabile a seguito dell'iniziativa dei cittadini "Right2Water".

Un po'di storia:
Il 22 marzo di ogni anno gli Stati che siedono all'interno dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite sono invitati alla promozione dell'acqua promuovendo attività concrete nei loro rispettivi Paesi. Con la coordinazione del dipartimento degli affari sociali ed economici dell'ONU, la giornata internazionale dell'acqua 2005 determinò l'inizio di una seconda decade internazionale delle Nazioni Unite dedicata alle azioni per l'acqua. Oltre gli Stati membri del Palazzo di Vetro, dal 2005 anche una serie di Organizzazioni Non Governative hanno utilizzato tale giornata come momento per sensibilizzare l'attenzione del pubblico sulla critica questione dell'acqua nella nostra era, con occhio di riguardo all'accesso all'acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.
Ogni tre anni, a partire dal 1997, il World Water Council, organismo non governativo internazionale creato nel 1996 come piattaforma degli organismi internazionali e specialisti nel settore dell'acqua, con uno status consultivo speciale loro attribuito da Unesco ed Ecosoc, convoca un World Water Forum (Forum sull'acqua) per raccogliere i contributi e dibattere intorno agli attuali problemi locali, regionali e globali, problemi che non possono essere risolti senza un accordo quadro con obiettivi e strategie comuni. All'incontro del 2012 a Marsiglia hanno preso parte oltre 140 delegazioni ministeriali e più di 180 paesi rappresentati, tra cui l'Italia. L'ultimo incontro dal tema "acqua e sviluppo sostenibile" è stato quello del 2015 a Daegu-Gyeongbuk in Corea del Sud.

Anche AMI è attiva su questi temi da tanti anni, con attività di Educazione Allo Sviluppo, con campagne di sensibilizzazione e con raccolte firme.

Per l'edizione 2017

Il tema proposto da UNWATER è quello dei WASTEWATER ovvero tutte le acque reflue inquinate da impianti civili e industriali che raggiungono le acque superficiali.
La scarsità di acqua potabile che caratterizzata molte aree del nostro pianeta costringe la popolazione a bonificare e a riutilizzare le acque reflue per l'alimentazione umana.

Per il 2018:

Il tema di quest'anno "La Natura per l'Acqua" esplora le soluzioni offerte dalla Natura per vincere le sfide del 21° secolo legate all'acqua. Il senso della Campagna è proprio "La Risposta è nella Natura".
I danni all'ambiente, insieme ai cambiamenti climatici, sono la causa di tutte le crisi legate all'acqua che vediamo nel Mondo. I problemi delle alluvioni, della siccità, dell'inquinamento dell'acqua sono tutti aggravati da vegetazione, terreni, fiumi e laghi degradati.
Quando trascuriamo i nostri ecosistemi, rendiamo più difficile fornire a tutti l'acqua necessaria per sopravvivere e prosperare. Ma la Natura offre già le soluzioni: adottandole riusciremmo a risolvere molte delle nostre sfide legate all'acqua.
Dobbiamo riuscire a farlo con infrastrutture "verdi" armonizzandole con quelle "grigie" ogni volta che sia possibile. Piantare alberi, rinfoltire foreste, ricollegare i fiumi a ampie golene, ricreare zone umide, creare cuscinetti di vegetazione lungo i corsi d'acqua con alberi autoctoni e cespugli: tutto questo può riequilibrare il ciclo dell'acqua, mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare la salute e la qualità della vita per l'umanità.
Ricorrere a soluzioni ispirate alla Natura aiuterà a soddisfare il bisogno di acqua di una popolazione sempre crescente, contribuirà alla creazione di una economia circolare, al tempo stesso aiutando a proteggere l'ambiente e a ridurre l'inquinamento, entrambi obiettivi chiave per l'Obiettivo 6 dello Sviluppo Sostenibile, che impegna il Mondo ad assicurare la disponibilità e una gestione sostenibile dell'acqua e della salute per tutti entro il 2030.

Per AMI ONLUS uno dei presupposti per la pace e la serenità di qualsiasi Paese consiste nella possibilità per ciascuno di accedere liberamente ad alcune risorse primarie, che dovrebbero essere comuni e a disposizione di tutti.
L'acqua è una di queste risorse. Non a caso uno dei nostri primi progetti in Repubblica Democratica del Congo riguarda proprio l'accesso all'acqua potabile e le corrette pratiche igienico-sanitarie correlate al consumo di acqua. Non sarebbe coerente spenderci per questo tema in Africa dimenticando la dimensione interna del nostro Paese e dell'Europa. Per questo motivo AMI ONLUS ha partecipato a tutte le campagne di sensibilizzazione, di pressione e di raccolta firme sul tema del diritto universale di accesso all'acqua.

Per approfondire
http://worldwaterday.org

http://worldwaterday.org/app/uploads/2018/02/fact_sheet_WWD2017_EN_2.pdf

Quest'anno Parma ospita un evento particolarmente importante, il:

"Labirinto d'Acque 2018"
Dal 21 al 24 marzo 2018, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana e sotto l'Alto Patrocinio del Parlamento Europeo, il Labirinto della Masone di Franco Maria Ricci organizza "Labirinto d'Acque 2018", Summit Internazionale dedicato al tema dell'acqua. Il programma è molto articolato e prevede la partecipazione di importanti protagonisti nazionali e internazionali per fare il punto sulla situazione della risorsa idrica e sul futuro delle acque del pianeta. Vi saranno, da parte dell'Unesco, la presentazione ufficiale del report annuale sullo stato della risorsa Acqua e la presentazione del report "Nature for Water" a cura della Leonardo Di Caprio Foundation insieme al Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo (UNDP). Nelle quattro giornate è prevista la presenza di molti ospiti, scienziati e divulgatori scientifici. L'obiettivo è di invitare il pubblico a "pensare l'acqua", sia su un piano locale che su un piano planetario, e a riflettere su meccanismi e problemi del rifornimento idrico, così critici in un'epoca di mutamenti climatici, riduzione dei ghiacciai, alluvioni rovinose e desertificazioni.
L'evento è organizzato da Franco Maria Ricci col suo team e dall'Università di Parma, coadiuvati da Luca Mercalli, Presidente della Società Meteorologica Italiana e direttore della rivista Nimbus. Le conferenze sono a ingresso libero, con iscrizione obbligatoria, sino a esaurimento posti. E' possibile visitare il Labirinto di Franco Maria Ricci e la collezione d'arte secondo le regolari tariffe.

Per il programma completo e l'iscrizione online:
http://www.labirintodacque.it/programma/

Presentazione dell'iniziativa:
https://www.cattolica.it/documents/21801/191462/Presentazione+Labirinto+d%27Acque.pdf/dbc81dbe-3036-1ce8-56ce-fff05dba066a

Inoltre, il Centro Acque d'Ateneo dell'Università degli Studi di Parma organizza anche un evento, il 22 marzo, nella Sala Congressi del Plesso Aule delle Scienze al Campus: il tema scelto sono "I fiumi a regime intermittente", quei corsi d'acqua, come sono i fiumi appenninici, che nel corso delle stagioni possono passare da intense secche a alluvioni rovinose.
I fiumi appenninici soffrono da sempre di una carenza normativa sulla definizione del deflusso minimo vitale e sempre più sono oggetto di conflitti sull'uso dell'acqua.
http://www.euwatercenter.eu/universita-di-parma-celebrazioni-della-giornata-mondiale-dellacqua/


Trovi qui le nostre principali attività:
| Acqua come diritto umano | - | Acqua bene comune |

Cerca

Dona Ora Maendeleo Italia

Dona Ora MFC

Ultime Notizie

Progetti ed eventi